Gambe gonfie


Il problema delle gambe gonfie: come risolverlo

Uno dei problemi più comuni dell’universo femminile, ma anche di molti uomini, è quello relativo alle gambe gonfie, tanto che il 31% degli italiani ammette di soffrirne. Le cause di questo problema sono molteplici. In primis c’è la posizione che quasi tutti siamo costretti ad assumere a causa del lavoro, posizioni statiche, in piedi o seduti per molte ore della giornata. Tra le cause troviamo anche il problema del sovrappeso e dell’obesità, dell’utilizzo prolungato di diuretici e l’insufficienza venosa.

Chi soffre di questa problematica sente le gambe pesanti, ha un senso di gonfiore, formicolii prolungati, crampi notturni e facile stancabilità. Fastidi, questi, che alla lunga sono debilitanti per chi vuole avere una buona qualità della vita. E’ molto comune soffrire di gonfiore e pesantezza alle gambe, anche nelle donne incinte, e in chi soffre di stitichezza.

Rimedi al problema delle gambe gonfie

Il rimedio principale è quello di moltissimi problemi che ci attanagliano nella vita quotidiana: mantenere uno stile di vita sano. E’ fondamentale, infatti, bere molta acqua, praticare attività fisica, o comunque cercare di camminare almeno 30 minuti al giorni, e avere una dieta sana evitando di consumare cibi colmi di grassi insaturi. Mangiare molte verdure, e alimenti ricchi di potassio, evitando di consumare cibi ricchi di sale, può dare a questa problematica un immediato giovamento. Tra gli alimenti consigliati per chi soffre di gonfiore alle gambe ci sono tutti i frutti di bosco. Quindi potete consumare ribes, mirtilli, more e lamponi, che hanno anche un ottimo sapore e possono costituire un ottimo spuntino di metà mattinata o pomeridiano.
Consigliabile per chi soffre di questo problema, anche l’utilizzo di integratori vitaminici, in particolare di Vitamina C e contenenti flavonoidi ovvero quercetina, rutina, esperi dina.
Per limitare e prevenire il gonfiore alle gambe, è bene evitare di indossare abiti, calze, calzini o scarpe che stringono i polpacci, evitare di utilizzare i tacchi molto alti, o scarpe troppo basse (quali le ballerine), evitare i bagni molto caldi. 
Può dare molti benefici a chi ne soffre, anche sdraiarsi e tenere le gambe poggiate per almeno un quarto d’ora su un cuscino, per favorire la circolazione del sangue.
Un rimedio molto utile è quello di fare dei pediluvi con acqua fresca, oppure delle docce, dirigendo il getto dell’acqua verso le gambe. Per avere ulteriori benefici durante il pediluvio, è consigliabile aggiungere all’acqua erbe rinfrescanti, fresche o secche, quali rosmarino, menta, timo e lavanda.
Ci si può, inoltre, rivolgere ai massaggi, che potrete fare anche da soli in casa, applicando delle pomate apposite per il gonfiore alle gambe, procedendo con movimenti circolari a partire dalle caviglie procedendo verso il polpaccio. L’ideale per questi massaggi è utilizzare oli al limone o al rosmarino.
Per risolvere questa problematica può essere utile anche ricorrere a rimedi quali la fitoterapia, ricorrendo a degli esperti di medicina naturale. Tra le risorse migliori in questo campo abbiamo l’ippocastano, la vite rossa, il pungitopo o rusco. Si tratta di piante con effetti  vasotonic, angioprotettivi e antiedemigeni. Insieme a queste piante può essere consigliato l’utilizzo di ginkgo: si tratta di un efficace antiossidante.
L’utilizzo di impacchi direttamente sulle gambe e le caviglie può favorire un certo sollievo alle gambe gonfie. In particolare, è particolarmente indicato l’uso di impacchi al tè verde, lasciati in infusione per circa 10 ore e applicati sulla zona, dopo averli filtrati, tramite delle garze imbevute e strizzate.
Può essere consigliato, inoltre, bere una bevanda a base di melassa e semi d’anice, che potrete acquistare in erboristeria. Bollite mezzo litro d’acqua e lasciate riposare per un quarto d’ora. Successivamente versate nell’acqua un cucchiaino di melassa e uno di semi d’anice. Potrete bere questo infuso nel corso della giornata per ottenere subito dei pronti benefici.
Un ultimo rimedio naturale è quello di provare con degli impacchi all’aceto. Diluite in dieci parti d’acqua, una di aceto, e immergetevi dei teli di cotone. Successivamente avvolgete caviglie e polpacci con questi teli di cotone e lasciate agire almeno per quindici minuti. Questo rimedio è da utilizzare prevalentemente la sera, quando a causa della giornata di lavoro avrete maggior necessità di un rimedio immediato.
Questi rimedi, ovviamente, non sono sostitutivi di un consulto dal medico, quindi se non avete giovamento è importante prenotare una visita dal dottore di fiducia.


Rimedi e soluzioni per le gambe gonfie